Marco Aurelio – Denario 168 d.C. – La Fortuna

85,00

Marco Aurelio (161-180 d.C.)

Denario Argento 168 d.C.

M ANTONINVS AVG ARM PARTH MAX*, testa laureata di Marco Aurelio verso destra. / FORT RED** TR P XXII IMP V, Fortuna seduta a sinistra con timone e cornucopia, COS III in es.

C208 RIC 185

gr. 3,14 – mm. 18


PARTH MAX*

Nel corso del 165, la campagna intrapresa contro i Parti vide il successo dell’esercito romano e la distruzione della loro capitale Ctesifonte; dal 166, Marco Aurelio poté fregiarsi sulle monete del titolo di Parthicus Maximus.

FORT RED**

Fortuna Reduce era la divinità che proteggeva i combattenti e li faceva tornare a casa salvi ma soprattutto vittoriosi; compito di un milite romano era vincere o morire, farsi catturare era un’onta imperdonabile.

Marco Aurelio Studiò lettere latine e greche, scienze giuridiche, eloquenza, filosofia e pittura. Fu adottato da Antonino Pio insieme a Lucio Vero e nel 139 fu nominato Cesare. Sposò Faustina (figlia di Antonino Pio), alla quale fu sempre devoto; insieme ebbero 13 figli. Successe ad Antonino Pio nel 161, e volle condividere l’impero col fratello di adozione Lucio Vero. Si ebbero così per la prima volta due imperatori. Nel 169, morto Lucio Vero, M. A. rimase unico imperatore. In politica interna M. A. collaborò con il senato e alle difficoltà finanziarie (dovute specialmente alle spese militari) fece fronte con una oculata amministrazione; ispirò la sua opera legislativa a sentimenti di umanità, reprimendo gli abusi di autorità, curando la tutela dei minori, stabilendo norme più benevole verso gli schiavi.

Esaurito

Content missing

INFORMAZIONI SULL´ ACQUISTO

Spedizione gratuita

Per ordini superiori a 150€

Spedizione

Con corriere GLS entro 3 giorni lavorativi dalla ricezione del pagamento

Metodi di pagamento

É possibile pagare attraverso PayPal (anche con carta di credito) o bonifico bancario